Newsletter 29/07/2020
Aggiornato al 2 Ottobre 2020

INCONTRO TRA IL SINDACO E IL PREFETTO

Il sindaco Lauro Sabaini ha incontrato il Prefetto Donato Cafagna per valutare i prossimi grandi eventi in programma a Bardolino. È stato un confronto positivo e costruttivo che ha aperto le porte ad alcune importanti novità.

VISITA SULLA STORICA NAVE ZANARDELLI

La Gestione Governativa Navigazione laghi – Direzione di Esercizio Lago di Garda informa che nelle giornate di Venerdì 24 e Venerdì 31 Luglio, a Peschiera del Garda, presentando un titolo di viaggio emesso a partire dal 15 luglio 2020, si potrà salire a bordo della storica motonave Zanardelli accompagnati dal personale di bordo per una visita guidata di circa 15 minuti.

GLI EVENTI DI AGOSTO A BARDOLINO

Da lunedì 3 a venerdì 7 agosto torna Bardoleague, il torneo di calcio a 5 presso i campi sportivi di Bardolino.
Dopo 16 anni dalla sua ultima edizione il torneo si terrà dal 3 al 7 agosto dalle 19.30 alle 23.00 presso gli impianti sportivi di Bardolino. Ad affrontarsi saranno 8 squadre, rappresentate e sponsorizzate dai bar del paese. A bordo campo ci sarà lo stand dell’AC Bardolino che intratterrà i presenti con bibite e panini. Per info e iscrizioni telefonare al numero +39 3456002193.

Eatinero Bardolino 2020, il Festival del cibo da strada e mercatino Handmade – in programma il 9, 10 e 11 agosto – sarà un evento all’insegna dell’artigianalità: il cibo di strada preparato al momento dai nostri street chef incontra la creatività dei piccoli artigiani, inserendosi in un affascinante mercatino di oggetti fatti a mano. Il pubblico potrà così godere di un’atmosfera eccezionale, sul lungolago di una delle località turistiche più suggestive d’Italia, ammirare lo show cooking delle nostre cucine su ruote insieme alle creazioni degli artisti dell’handmade e degustare street food d’eccezione e birre artigianali. L’evento partirà la domenica per concludersi il martedì sera e le cucine saranno aperte tutto il giorno, a pranzo e cena.

Sabato 22 e domenica 23 agosto Bardolino organizza un Torneo di Basket e Green Volley, presso lo Skate Park – Località Canova. Per info e iscrizioni telefonare al numero +39 3456002193.
Cisano, in Piazza del Porto, ospiterà eventi con cadenza settimanale: 
Mercato settimanale a Cisano, Piazza del Porto, ogni martedì dalle ore 8 alle ore 14.
Cisano Market – Artigianato, vintage, shabbi chic, mercatino di artigianato e curiosità. Tutti i Mercoledì e Venerdì dalle ore 18.00 alle ore 23.00
Musica dal vivo ogni venerdì dalle ore 20.00 alle ore 23.00

PILLOLA DI CULTURA

Dalla Grecia a Verona attraverso un pallone

Verona Hellàs. Pochi sanno che la nostra squadra di calcio del Verona porta nel suo nome un riferimento classico.
Hellas Verona Football Club è il nome odierno ufficiale della nota società calcistica e tutti pronunciamo il nome Héllas Verona con l’accento sulla e, in realtà dovremo pronunciare Hellàs, con l’accento sulla a. Quella parola infatti è un termine greco, per la precisione il nome in greco della Grecia, non solo quella antica, ma anche quella di oggi. Come mai questo riferimento alla Grecia? È presto detto: l’origine della squadra risale agli inizi del secolo scorso, per la precisione al 1903, quando su ispirazione di un professore di greco e latino, Decio Corubolo, un gruppo di studenti del Liceo Ginnasio  “Scipione Maffei” attratti dall’idea di entrare nell’avventura allora nascente dello sport calcistico, fondarono l’Associazione “Calcio Hellas”, e ne fu affidata la presidenza al Conte Carlo Fratta Pasini.
Varie vicende portarono ad un certo punto la squadra a perdere il termine Hellas nella denominazione ufficiale, che tornò ad essere Hellas Verona nel 1958, quando il Verona assorbì una squadra di serie C che si chiamava pure Hellas. Da allora la nostra squadra, che nel 1985, sotto la guida di Osvaldo Bagnoli, vinse lo scudetto (unica squadra di una città non capoluogo di regione a vincere un campionato nella storia del calcio italiano) si è sempre chiamata Hellas Verona con un riferimento preciso alle proprie origini scolastiche e allo studio della materia distintiva del liceo classico: il greco, la lingua appunto della terra che sin dai tempi antichi si chiama Ἑλλάς, Hellàs. Un bell’esempio di fusione tra passione sportiva e dimensione studentesca.
Insomma, già agli inizi del ‘900 i ragazzi del “Maffei” erano all’avanguardia, la piccola Verona non temeva di misurarsi in iniziative sportive con le grandi città come Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze etc. Straordinario esempio, questo della nostra squadra di calcio, di un’origine colta, in cui amore per lo sport e studio si fondevano in modo completo. Lo sport e l’educazione fisica non erano vissuti come alternativi allo studio, ma un elemento costitutivo dell’armonica crescita del giovane. Quanti cambiamenti da allora! Oggi il calcio ha perso il fascino di quelle ingenue semplici origini, è diventato un grande affare. Anche per questo è bene che il nome Hellas ci ricordi sempre una valore di grande importanza: Mens sana in corpore sano, o meglio, in modo più raffinato, Mens, sano in corpore, sana, studio e vita attiva non sono nemici l’uno dell’altra, ma devono integrarsi con saggezza e intelligente equilibrio.
Si ringrazia il Circolo Anziani per la collaborazione.
76 visite